Le classi 2E e 2F a Nonantola per ascoltare il racconto di Geppe e Disma, testimoni diretti della storia dei ragazzi di Villa Emma: dopo l'8 settembre 1943, 74 giovani ebrei vengono nascosti dalle famiglie di Nonantola e condotti poi tutti in salvo oltre confine. Come saluto conclusivo, la condivisione delle parole di Liliana Segre: "coltivare la Memoria, è ancora oggi un vaccino prezioso contro l'indifferenza e ci aiuta, in un mondo così pieno di ingiustizie e di sofferenze, a ricordare che ciascuno di noi ha una coscienza. E la può usare."

Pubblicata il 14 febbraio 2018