Le classi 2E e 2F a Nonantola per ascoltare il racconto di Geppe e Disma, testimoni diretti della storia dei ragazzi di Villa Emma: dopo l'8 settembre 1943, 74 giovani ebrei vengono nascosti dalle famiglie di Nonantola e condotti poi tutti in salvo oltre confine. Come saluto conclusivo, la condivisione delle parole di Liliana Segre: "coltivare la Memoria, è ancora oggi un vaccino prezioso contro l'indifferenza e ci aiuta, in un mondo così pieno di ingiustizie e di sofferenze, a ricordare che ciascuno di noi ha una coscienza. E la può usare."

Pubblicata il 14 febbraio 2018

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.